Algarotti, Francesco  ; Algarotti, Francesco   [Hrsg.]
Opere Del Conte Algarotti (Band 10) — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-10]

Seite: 237
DOI Seite: 10.11588/diglit.28030#0245
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd10/0245
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
E «

V A R I E . nZy

Le fcele sono stamonate: temo lo sieno di

Q

troppo, e non si consumino anch’esse di vo-
glia di essere dipinte. Ora spero che mi potrâ
dire qualche cosa di piu preciso sopra il suo
ritorno, il quale sarà, non dubito, dentro a
carnovale . Avremo un’opera colla musica
di bravissimo professore. Conviene venire a
vederla, e venire a consolare anche la ma-
dre, la quale si annoja la poverina di star-
sene sola. Niuno avrà certamente piacer
maggiore nel rivedergli quanto io : e con
tutta la stima, e amore sarò sempre.
loading ...