Algarotti, Francesco  ; Algarotti, Francesco   [Hrsg.]
Opere Del Conte Algarotti (Band 10) — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-10]

Seite: 238
DOI Seite: 10.11588/diglit.28030#0246
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd10/0246
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
a58

L E T T E R Ë

A L S I G N O R

M A U R O T E S I

A BOLOGNA.

Pisa 22. aprile 1762.

np

X ORNATO da Livorno ho ricevuto qui in
Pisa una gentilissima sua, che mi ha fatto
piacere grandissimo.

Perchè un’opera riuscisse quale io la ho
divisata, e quale dovrebbe essere veramen-
te , bisognerebbe che un Maurino vi facesse
le scene, e il resto fosse in proporzione .

Sentirò con piacere quello ch’ella pensi
del libretto sopra la pittura , del quale io
ho per vero dire qualche compiacenza. E
questa sarà molto maggiore, se piacerà al
mio riveritissiino compare.

INon dubito che il Giove non sia miglio-
rato di assai. Bisogna però avvertire che
per la erudizione del quadro conviene ch'
egli abbia Cerbero dals un de’ lati . Dico
questo perchè non vorrei che i fulmini non

bene
loading ...