Algarotti, Francesco  ; Algarotti, Francesco   [Hrsg.]
Opere Del Conte Algarotti (Band 10) — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-10]

Seite: 269
DOI Seite: 10.11588/diglit.28030#0277
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd10/0277
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Y A R i E . a6g

10 di Trajano qualche scuretto, e qualche
svegliarino qua e là non ci stesse bene. Le
rendo le più vive grazie. Aspetto il ramet-
to, che spero giugnerà anch’esso in breve
per far tacere lo stampatore, che vorrebbe
pure mandar fuori il priino Tomo .

Le rendo grazie delle notizie novellamen-
te mandaterni intorno a’ pilastri fusellati.

11 teinpio del sole lo credeva in Palmixa,
non in Balbecche. Si ricorda ella precisa-
mente che il tempio di Balbecche va de-
nominato Tempio del sole ?

Mi dica a che termine sono i quadretti del
Tempio di Giano e della Fortuna virile. Ciò
non è per farle punto di fretta, ma per
sapere appresso a poco in qual tempo io li
possa avere. Deggio far vedere le cose sue
al co: di Woronzow ch’è ora a Livorno e
domani sarà di ritorno . Addio, il mio caro
Maurino : desidero che il tempo continui
buono, onde si pos'sa presto spicciare nel-
la sua operazione , e presto possa venirmi
a vedere. La sua camera è pronta e pià
pronto sono io a riceverlo .
loading ...