Algarotti, Francesco  ; Algarotti, Francesco   [Hrsg.]
Opere Del Conte Algarotti (Band 10) — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-10]

Seite: 274
DOI Seite: 10.11588/diglit.28030#0282
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd10/0282
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
274 L E T T E R E

già concepite . Damani s’ incomincia a ri-
stanipare nel secondo tomo delle mie opere
il mio saggio sopra la pittura . Ho dato or-
tline che ne tirino trenta copie a parte.
Gliene ìiianderò subito tre una per lei ,
una per il signore Sergardi, e la terza per
il reverendo dottorCilli, ai quale la prego
dire molte cose in nonre mio . Io ho moltis-
sima vanita del favorevole giudizio che fa
dime, e sono della stima di un simiie uo-
mo gelosissimo. Yerremo poi a stare alcu-
ni giorni con lui nella prossima state . La
mia salute si è rimessa inolto bene , e quan-
do il tempo è buono posso fare come gli
aitri. Addio , il mio caro compare : si ricor-
di spesso di chi l’ama teneramente, la sti-
ma, e l’onora senza fine, e vorrebbe esser
sempre con iei. Se ba bisogno di nulla , o
per costà o per Bologna scriva liberamen-
te, e da compare.
loading ...