Algarotti, Francesco  ; Algarotti, Francesco   [Hrsg.]
Opere Del Conte Algarotti (Band 10) — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-10]

Seite: 342
DOI Seite: 10.11588/diglit.28030#0350
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd10/0350
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
342 L E T T fe n t

siano alleati a’Prussiani, oppure dicliiaratl
neutrali, e che levato l’assedio di Konisberg i
generali delle due armate si siano regalati re-
ciprocamente . II padre Ximenes , che arri-
VÒ di fresco da Vienna, mi ha raffermato
l'estrema penuria de’denari, e de’viveri
dell’armata, ed ha aggiunto , che ultima-
mente si sono presi dagli stati dell’Austria
otto millioni di Horini al cinque per cen^
to . Ma essi non bastano , che per poco più
di due mesi , montando a un millione ©
mezzo di Horini per mese la sola paga de5
soldati. II conte di Winterfeld è veramen-
te morto. La principessa di Saxen-Gotha
in due giorni consecutivi ha avuto a desi-
nare il principe di Soubise , e il re di Prus-
sia. Dicono che sia grande la diserzione
delsarmata deU’Impero, e grandi pure le
reclute, che ue fanno iPrussiani. Ho ve-
duto in Firenze la dichiarazione fatta dal-
la nazione britannica in favore de’medesi-
mi, ed ho letto alcune lettere di Parigi,
dalle quali horaccolto, che ivi poco si te-
me dello sbarco degi’inglesi. Finalment©
per darle ancora quaiche nuova letterarias
ho avuto la verihcazione del grado del me^
loading ...