Algarotti, Francesco  ; Algarotti, Francesco   [Hrsg.]
Opere Del Conte Algarotti (Band 10) — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-10]

Seite: 350
DOI Seite: 10.11588/diglit.28030#0358
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd10/0358
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
35o L E T T E R E

J'ar impiccare il comandante , se non si ren-
deva, prigioniere di guerra . II principe Fer-
clinando , clie con tutta la guarnigione di
Dusseldorp sfilando a un’ ora e xnezza di
distanza dall’armata francese ripassò il Re-
no, ha tagliato fuori nn corpo di 12000.
Francesi, che non si possono unire che al
principe diSoubise. II principe Enrico cu-
stodisce I’Elba, e il gen. Donha l'Oder,
il re ha la destra a Schweidnitz, e la sinir
stra a Freidberg* Laudon è colla vanguar-
dia aGorlitz, e Daun col grosso dell’arma-
ta a Zittaw. S’ella potesse rendersi a Pisa
per Finverno, le potrei communicare mol-
tissimi anecdoti, e quasi I’intera storia del-
la presente guerra, che ho ricavato da mol-
ti, e massime da quelFamico, di cui ulti-
mamente le ho scritto. Egli non è stato
soldato, rna ha viaggiato, ha studiato, ha
ti’attato famigliarmente molti bravissimi ge-
nerali. Ecco cosa mi scrissex ultimamente.
Che fa Federieo ? Non mi sembra di scor-

O

gerlo ancora stretto, com’esser dovrebbe,
e come a noi si prometteya, che presto sa-
rebbe . II me semble reculer pour mieux sau-
ter. Considero, che tutte le swe campagne

han-
loading ...