Algarotti, Francesco  ; Algarotti, Francesco   [Hrsg.]
Opere Del Conte Algarotti (Band 10) — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-10]

Seite: 352
DOI Seite: 10.11588/diglit.28030#0360
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd10/0360
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
35a

L E T T E R E

DEL MEDESIMO

Pisa zz. settembre i y58.

FiNALMENTE dopo un teuipo diabolico ,
e dopo essere stato accolto con venti e piog-
gie da tutta la riviera di Levante sono ar-
rivato a Lerici la sera del giorno 19., e.
la sera del giorno zo. con un viaggio ter-
restre non raeno incomodo del marittimo
sono arrivato a Pisa . Gliene do subito l’av-
viso , e la prego di stare suii' avvertita, se
il dottor Eustachio Zanotti ricevesse tre o
quattro copie del nuovo libro di quei sig.
dottor Giuseppe Pecis, di cui le ho scrit-
to un’altra voita. Quando queste copie ar-
rivassero ai sig. Eustachio, me ne dia par-
te, perchè ie dirò a che cosa debbono ser-
vire .

Uu’altra cosa le debbo dimandare con
tutta premura . L’anno iy5i , o 5z. se non.
sbatrlio , eiia s’ è trovata a Padova col mar-
chese general Cierici, ed ha parlato con.
lui con gran lodi, e con somma stima del-

la
loading ...