Algarotti, Francesco  ; Algarotti, Francesco   [Hrsg.]
Opere Del Conte Algarotti (Band 10) — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-10]

Seite: 354
DOI Seite: 10.11588/diglit.28030#0362
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd10/0362
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
554 L E T T E R E

to a’Genovesi cinque millioni di lire . Vor-
rei quasi credere che i Moscoviti non do-
vessero più rivedersi nel nostro emisfero .
Pare starò a sentire se tornano sino alla
Vistola , o se si riuniscono intorno alla Var-
ta. In questo secondo caso la loro perdita
non dovrebb’essere stata tanto grande.

Infiniti anecdoti deila presente guerra
avrei da parteciparle. Ne ho raccolto un
gran numero a Milano dal marchese Cleri-
ei, e da molti altri ch’erano al campo, o
a Vienna in tempo delle grandi azioni. I
piani sin’ora pubblicati delle battaglie, e
massime di quella de’i8. non sono esatti.
Ma non posso incominciare a scrivere su
questi punti, perchè dovrei fare de tomi.
Ella si risolva una volta di venire a Pisa
per quest’inverno, e vi starà bene, e se
ne troverà contenta . Mi communichi le al-
tre sue nuove, principalmente se sapesse che
quest’anno a Berlino si fosse proposto qual-
che nuovo premio, o se avesse il manife-
sto dell’accademia . Io gliene posso dare
alcune che sono picciole. I Genovesi han-
no dato ad imprestito alla città di Lione
tre millioni, che passeranno al re. La co-

sta
loading ...