Algarotti, Francesco  ; Algarotti, Francesco   [Hrsg.]
Opere Del Conte Algarotti (Band 10) — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-10]

Seite: 364
DOI Seite: 10.11588/diglit.28030#0372
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd10/0372
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
364 L E T T E R E

to indietro : e però desidererei di sapere
cosa egli creda deiie osservazioni satte a tal
proposito .

Le nuove delle quali noi discorriamo si
riducono aila pretesa conquista deiia Sas-
sonia. L esito deila guerra farà vedere se
quest’azione sia stata immatura . Frattanto
da ciò si vede, che il re di Prussia non
Ita compagni nè alleati neiie sue tdee, e
che come Gesare ha gettato i dadi, e pas-
sato ilRubicone. L’anno corrente i nostri
campi Farsaiici saranno in Boeinia, e ver-
so il Reuo, e spero che non vi avremo la
disgrazia di Poinpeo. Tetno che ia pace in
Itaiia non debba essere cosi stabile . Gi’ln-
giesi sono tauto arrabbiati, che in paria-
mento essendosi alzato uno uitimamente con
dire che avrebbe proposto de' partiti utiii
alla nazione , e insieme alla casa d’Austria,
se aicuno gli avesse fatto animo dtpuriare^
non si trovò pur uno che gii dicesse nul-
la, e ii proggettista dovette soffocare i suoi
proggetti, e tornare a sedere. Ella mi po-
trà dare ahre novità, e forse ancora man-
dare la copia di qualche lettera interessan-
te. Me ie rassegno col solito rispetto r e
mi soscnvo.
loading ...