Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 11): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-11]

Seite: 24
DOI Seite: 10.11588/diglit.28089#0032
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd11/0032
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
24 L E T T E R E

caderanno giù dalla penna anco più selice-
mente di quello che ora fanno ; ed ecco
che io ve ne do l’esempio, lasciando da
parte lecerimonie; così potessi darvelo nel-
la politezza ed eleganza dello stile . A quel-
lo di che mi avvisate intorno al nostro si-
gnor Vandelli, siate mille volte ringraziato
del contento datomi con una sì grata no-
vella . Io non pure l’ho partecipata al sig.
abate di lui fratello, ma gli ho letta la vo-
stra prima lettera, in cui sì diligentemen-
te me ne raccontaste il caso, e l’ho fatto
alla presenza di molti altri di questi eru-
diti uomini, che qui si trovano i quali
confessano tutti essere voi molto ben riu-
scito nell’imitazione di quegli scrittori, che
avete presi a seguitare . Delle novelle astro-
nomiche , comechè io ne abbia ricevute dai
sìgnor Eustachio, e dal sig. capitano Mar-
chesi altre più fresche, pur vi sono tenu-
to senza iine, e priegovi a continuarmele
sempre ; perocchè nii compiaccio troppo di
sentire che tuttavia vi applichiate aila pra-
tica delle osservazioni, e frequentiate le so-
lite conversazioni della seia . Ma. ohimè ec-
co che mentre io scriyo viene chi mi sol-

lecita
loading ...