Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 11): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-11]

Seite: 30
DOI Seite: 10.11588/diglit.28089#0038
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd11/0038
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
So L E T T E ft E

originale nella dissertazione di queirattto-
re, che il signor cavalier Dereham con sua
lettera giuntami jeri sera promette di man-
darmi tradotta fra pochi giorni. Se l’ope-
ra corrisponderà alla grande aspettazione
che se ne ha, e se V. S. Illustrissima gra-
dirà di vederla, glie ne manderò subito un
transunto . Nella medesima lettera il signor
Dereham mi scrive queste precise parole :
Trorrei pregarla a procurarmi le sperienze co-
stì rifatte a conto clel libro del Rizzetti, per
poterle mandare alla Società regia, che so
quanto gradirebbe di poterle inserire in al~
cuna delle sue transazioni. Domani gli ri-
sponderò che il gentilissiino autore delle
sperienze è partito di. qua per passare un
pajo di inesi in villa, e che al suo ritor-
no, che ha promesso sia per seguire ad
Ogni Santi, non mancherò di pregarlo a
darmi un ristretto delle suddette sperienze $
perchè il signor cavaliere possa restar ser-
vito di trasmetterle alla società . Tocca dun-
que a V. S. Illustrissiina di non farmi com-
parir bugiardo, e col tornar qua sollecita-
mente, come ci ha proinesso , e col parte-
ciparmi subito le circostanze delle sperien-
loading ...