Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 11): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-11]

Seite: 47
DOI Seite: 10.11588/diglit.28089#0055
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd11/0055
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Inedite.

47

XI.

Bologna 10. ottobre 1729.

C^uando io non vi scrivo a lungo , do-
vete tener per fermo che il tempo me ne
manca ; non essendovi cosa in cui io trovi
maggior piacere, che nei trattenermi con
voi per lettere, toltane quella di farlo in
persona, il che facendomi voi sperare in
brieve, non ho che desiderare di vantag-
gio.

Vi ringrazio, mio caro sig. Francesco,
che mi abbiate esaudito scrivendo al signor
dottore Zanotti, benchè debbo credere che
a ciò vi sareste inosso da voi stesso per la
conoscenza, che avete non meno di quan-
to egli merita, che di quanto vi stima e
vi ama. Egli si trova ora in letto colle feb-
bri terzane, o più tosto in convalescenza
delle febbri, che cominciano già a lasciar-
lo. Son certo che la vostra gli sarà stata
cara oltremodo , e lo farà guarire del tutto .

Subito si darà ordine che il cammino da

yor
loading ...