Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 11): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-11]

Seite: 68
DOI Seite: 10.11588/diglit.28089#0076
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd11/0076
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
68 L K T T E R É

zi ne avete bisogrio ? Yia dunque, io chc
vi consigliai a metter il collarino, vi con-
forto ora a deporlo, e a prender quella ri-
soluzione a cui quasi da un consenso taci-
to della natura e delie contingenze della
vostra casa siete chiamato. Ma di ciò ab-
bastanza; perocchè nè io son quelio cbe
mi impacci di darconsigli, nè voi che sie-
te saggio avete uopo di cercarne. E tanto
meno debbo io darvene sul particolare di
prender moglie, quanto col ciò fare ver-
rei troppo a pregiudicarmi, togliendo a me
stesso quei piccolissimo e sievoie avanzo
di speranza che pur mi resta di avere an-
cora a rivedervi . Non credereste quanto
siasi questa risvegliata da aicune poche pa-
role della vostra lettera, nelie quali non
mi esciudete affatto da tal lusinga, mostran-
do che vi sia cara la ricordanza della no-
stra conversazione di Bologna, e specialmen-
te del soggiorno che si faceva alle acque
con voi e cogii altri amici. Chi sa che non
vi prenda un giorno anco uno di que’vo-
stri entusiasmi di dar una improvvisa scap-
pata aBologna? Chi sa che ciò non succe-
da anco in quest’anno al tempo delie viL

leg-
loading ...