Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 11): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-11]

Seite: 69
DOI Seite: 10.11588/diglit.28089#0077
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd11/0077
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
I tt E D I T E . 69

leggiature? che voi nou veniate a sorpren-
der ine, o piuttosto io a sorprencler voi
col dottore Francesco col signor Giampie-
tro col signor Eustachio, e per dir tutto,
ancora con madama, alie acque? Imperoc-
chè non dovete metter in dubbio che quel-
la casa non sia tanto vostra quanto fie mia ,
e che arrivandoci non siate sempre il ben
venuto e Faspettato, ancorchè io non ci
fossi ; che già tutti di mia casa ne hanno
da me istruzione , ed anco senza averla san-
no che dee sempre esser aperta per voi.
lo ne ho scritto, tre giorni sono, al dot-
tore Francesco, pregandolo a scrivervene
anch’esso, acciocchè da ogni parte sappia-
£e che quando vi piacesse di prender tal
risoluzione, non avete bisogno di metter
sopra ciò alcun concerto, non potendo ve-
nire ad alcuna ora che non rendiate con-
tento e rne e tutti del rivedervi. Oh, mi
replicherete voi forse, ci sarai tu al tem-
po delle villeggiature in quest’anno? Mai
sì che io spero di esserci, e ci sarei e più
presto e più volontieri, se sapessi che voi
ci doveste essere , e finalmente quando non
ci fossi, potrei arrivarci, e quando non ci

E 5 ar-
loading ...