Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 11): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-11]

Seite: 82
DOI Seite: 10.11588/diglit.28089#0090
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd11/0090
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
E 11 E

8:3 L E T T

te gli piacerebbero, come tutte Ie cose vo»
stre . Egli mi scrive che si augurava di àver-
vi in Bologna per leggervi il suo Coriola-
no, che oramai era per terminare, e per
sentirne il vostro giudicio , che egli in ogni
cosa, ma specialmente nella tragedia, sti-
ma assaissimo, e così pure in ogni altra
maniera di poesia. Vedete dunque quanto
male voi fate a non tornar questo autunno
a Bologna . Ma se io passo Ìeggermente so-
pra questa vostra colpa, la quale non è per
me d’alcun danno nella presente mia lon-
tananza, non così sarei sacile a condonar-
vi l’altaa, quando in essa incorreste, di
mancare alla promessa fattami di venirci,
aliorchè io vi ritorni ; la qual cosa non è
per andar così a lungo che io non possa
fin da ora coininciare a strignervi a man-
tener la paroia datami, che è in questi pre-
cisi termini, cioè che insieme colà tornici-
mo, e che colà possiamo clolce e gioconda
njita insieme per lungo tempo menare. Io
dunque vi obbligo e gravo a non perder
ìa meinoria di tal promessa, ma a mante-
nerla in tutte le sue circostanze, e sarò ri-
gido riscuotitore di questo debito vostro »

Ma
loading ...