Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 11): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-11]

Seite: 83
DOI Seite: 10.11588/diglit.28089#0091
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd11/0091
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Inedite. 83

Ma per passare ad altro, io mi rallegro sen-
za fine e del vostro viaggio a Yicenza e
del presente soggiorno di Padova , che è
quella stanza ciie più conviene e all’ età e
ail’ inclinazione e al raro ingegno vostro,
e nella quale direi che io bramassi che vi
fermaste , se io potessi esserci in vostra
cornpagnia. Quanti eruditi uomini in ogni
genere, anzi quanti generi di erudizione
reeondita e pellegrina e altrove afs’atto sco-
nosciuta troverete voi senza dubbio in co-
testa città ! Di quanti libri importantissimi
e per voi del tutto nuovi pascerete l’ingor-
da brama di apprendere ! Quanti studiosi
e virtuosi amici, e a voi simili vi acqui-
sterete, e in che dolci ragionamenti trapas-
serete le ore, e i giorni ! Certo non vi man-
cheranno costì ancora ottiini conoscitori e
lodatori delie vostre bellissiine poésie, l’e-
sempio de’quali risvegli la vostra musa, e
alle cui muse voi stesso siate esempio per
risvegliarle - Che se ad altra maniera di stu-
dj rivolgeste per avventura il pensiero, giac-
chè niuna ve ne ha, di cui non vi cono-
sca egualinente vago e capace ; alcuna co-
sa non puè restarvi a desiderare, avendo

F a

VOl
loading ...