Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 11): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-11]

Seite: 84
DOI Seite: 10.11588/diglit.28089#0092
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd11/0092
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
$4 L E T T E R E

voi costì .i Yolpi i Facciolati i Lazzarini 1
Poleni i Morgagni i Riva e cento altri, per
un solo de’quali degnissima e giustissiina
cagione avreste di costì trattenervi ; talnien-*
te che io coxnincio a dubitare non forse
vi rubino per sempre a noi, e pavento que>
ste medesime niie lodi, nelle quali troppo
incautamente sono entrato> non accorgen-
domi del danno, che può venirne a Bolo-
gna. Lasciando dnnque da parte sì fatto di*
scorso, io vorrei che mi faceste ilpiacere,
coine prirna con comodo vostro il potrete,
di dirmi in brieve quali fossero quelle os-
servazioni, certo ingegnosissime, che vol
l’anno addietro leggendo Tito Livio aveva*
te fatte sopra la durata de’regni dei sette
re romani, e per le quaii mostravate non
poter essi aver vissuto (alineno tutti ) sì lun*
gamente come quell’istorico ha scritto, se
pur si voleva salvare la verità di altre co-
se per lui medesimo raccontate ; e ciò fu
in occasione che preparavate una disserta-
zione accademica per illustrare e conferma-
re con essa il sentimento del cavalier New-
ton intorno all’incertezza de’tempi e alìa
fallacia delìa cronologia tecuica ; fondata so*;

pra
loading ...