Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 11): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-11]

Seite: 91
DOI Seite: Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd11/0099
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen Nutzung / Bestellung
facsimile
Ìnebité. 91

nl. Le mie rime della nuova edizione noa
ìe bo ancora vedute, nè molto rai curo di
vederle per ìe tante bagatteile che vi sono >
e specialmente per quello sciocco capitolo
e per alcunì sonetti. Ma poichè erano già
stampati aìtràvolta, io non era più padro-
ne di essi . Quello che di voi si è detto
in quei libro, sarà forse fra gli argomenti
de’sonetti, e ii signor Giampietro lo avrà
scritto , che parmi appunto irie ne mostras*
se alcuna cosa prima del ìniopartire. Egli
non può avervi tanto lodato , che assai più.
non vi iodino ie cose vostre. Parmi di aver
soddisfatto a tutte ìe particolarità della vo-
stralettera, quando avrò soggìunto che gli
ainici corauni vi saìutano mille volte per
ciascuno, e che voi salutiate altre mille in.
mio norae cotesti diYenezia; giacchè sup*
pongo che ci siate tornato, o siate per far-
lo in breve. Teneteim nella dolce e cor*
tese memoria vostra, e state sano ed alle*
gro. Addio .
loading ...