Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 11): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-11]

Seite: 95
DOI Seite: 10.11588/diglit.28089#0103
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd11/0103
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
ÌNEDITE. g5

re al nostro comune amico, onore ull’Ita-
lia ed al secolo . ma sopra tutto a me onor
sommo , incredibile, incomparabile ? Io vi
vorrei ringraziar d un tal pensiero , se rni
paresse di trovar parole che significassero
la inillesima parte di quello che per ciò vi
debbo. Ma certamente io avrò eterna me-
moria d’una tanta vostra umanità e ilnez-
za, e perfìno ch’io viva mi parrà di esse-
re la mercè vostra a parte di quell’applau-
so, che riporterà senza dubbio da tutti non
meno l’opera dedicata che lo stesso poema
della dedicazione, che son certo sarà no-
bilissiino e degnissimo di star alla fronte
di cosa tanto singolare . Sicchè, mio caro
Checco, fate presto , e date costì o piut-
tosto a Padova , dove si stampa sì pulita-
mente, la conrmissione a’signori Yolpi di
far una eccelìente edizione di quell’aurea
operetta, acciocchè eila esca con quel cor-
redo che ben inerita . Oh quanto sono im-
paziente di veder il poema, sia canzone o
inno che voi mi dite ! Sicchè fate di man-
darinelo sì tosto clie egli, il dottore Fran-
cesco, savrà veduto . lo recapitai jeri Ia
vostra lettera a questo signor ambasciator

Bo-
loading ...