Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 11): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-11]

Seite: 121
DOI Seite: 10.11588/diglit.28089#0129
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd11/0129
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
InEDZTE, 122

cì erano afssittissimi per la novella che ìo
aveva detto loro deìia passata indisposizio-
ne da voi sofserta, ed ora gli ho raliegra-
ti conquella, che ne siete giàriavuto. Sti-
mo che alcuno di essi vi scriverà. Io ed
essi saremo totalmente quieti allora sola-
mente che intenderemo da voi non esser-
vi restato alcuna reliquia del male passato,
come sempre può temersi, trattandosi di
pleuritide ; e per questo solo vi prego e gra*
yo di farmi due parole dirisposta, se pur
non vi tornasse meglio scriverne ad altri^
da cui io potessi risapere il vostro presen-
te stato, ed avere una total sicurezza che
siate ben guarito, che è quello che io bra-
mo di sapere con certezza. Giacchè nel fi*
ne della vostra mi parlate della cometa,
vi mando una brieve relazione delie osser-
vazioni,. che ne abbiamo fatte, affìnchè lo
vediate voi, e le niostriate a chi stimere-
te poter gradire di vederle, e fra gli altri
ai signore Zendrini, che suole mandarmi 1©
sue osservazioni astronomiche da che ha in*
trapreso di farne . Suppongo che la mostre-
rete altresì al signor abate Conti al signor
conte Riccati e agli altri di quella dotta

con-
loading ...