Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 11): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-11]

Seite: 123
DOI Seite: 10.11588/diglit.28089#0131
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd11/0131
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
I N E D I T E , 123

© forse si stamperà. Io mi riserbo ancora
di riyedere e di correggere i risultati de’cal-
coli, che leggerete a piè di tpiesto foglio ,
Mio caro sig. Francesco, abbiate cura del-
la vostra salute. Non potete farmi cosa più
grata di questa, nè io so pregarvi d’altro.
Addio. Di nuovo state sano.

ìo*o*o*o*o*o*o *o* o*o*o*o*

XXIX.

Boìogna 2.rj. novembre ij’àj.

A lle molte e tutte liete novelle, che di
voi mi diede il sig. Eustachio Zanotti nei
suo ritornó, vi ringrazio che abbiate ora
aggiunto voi stesso quelle, che mi porta la
vostra dei 20. corrente , che ho ricevuto in-
sierae co’gentilissimi versi, co’quali l’ave-
te accompagnata. Questi ho subito comu-
nicati al nostro signor dottore Francesco e
al signor Eustachio predetto, e a’n^edesi-
mi secondo il vostro ordine ho fatta con-
fìdenza del disegno , che avreste di dedi-

care
loading ...