Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 11): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-11]

Seite: 131
DOI Seite: 10.11588/diglit.28089#0139
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd11/0139
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Ìnèdite. i3i

i-are; una in ordine alla morale, l’altra iii
©rdine alla letteratura. La prima è che la
galanteria e l’amore vi ha un poco troppa
parte . II libro di Fontenelle, comechè gra-
ziosissimo e galantissimo anco in tal gene-
re, non dirà a cagion d’esempio che in
certe cre del giorno o pur della notte si
risarcisse colìa dama ìa perdita del tempo
fatta ne’dialoghi. Credo ancora che queli’
autore si sarebbe guardato dalla necessità
di parlare con una dama de’vermi sperma-
tici, cosa che per quanto sia stata da voi
cooneslata e passata con disinvoltura , si
sarebbe a mio credere rispafmiata con mag-
gior vostra lode . Così andate discorrendo
d’alcuni altri passi, che t se non m’ingan-
no, non finiranno di piacere nè pure in
Francia, dove si pensa e si parla con tan-
ta libertà in materia di galanteria; nè so
ancora ben dirvi che efsetto possa fare co-
3à Faver posto alla testa d’un libro, che
dee passare corae fatto per una daina ita-
liana sul lago diGarda, unritratto, di cui
inolti pretenderanno di conoscer in Francia
i’originale.

L’altra cosa è , che sebbene il libro è scrit-

I 2,

to
loading ...