Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 11): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-11]

Seite: 140
DOI Seite: 10.11588/diglit.28089#0148
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd11/0148
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
S 4° L E T T E R È

strando di riceverla rispettosamente ? I trat>
ti predetti non sarebbero che pochissimi f
ed io mi prometterei di risaperli tutti , uno
per uno ; anzi con tal correzione ho già in
capitale che ii libro si ristamperebbe in Pio-
ina. Ma che dico io di cangiare? Nè pur
questa fatica voglio che voi facciate. Yo-
glio solo che vi fìdiate di me del sig. Fran-
cesco Zanotti e di un altro grande amico,
che avete in Roma, e che diate a noi fa-
coltà di mutare quello che a noi parrà do-
versi mutare ; il che sarà il meno che iia
possibile. Si torrà a un terapo stesso ognì
scrupolo per conto della lingua , e per quel-
lo della Congregazione dell’Indice, e il fron-
tespizio del libro porterà che egli è stato
corretto dal medesimo autore, Che ne di-
te voi? Yi prego a pensare se vi torni con-
to mostrare sì poca stima dell’ltalia e del-
la vostra medesima patria ( che pare la più
avversa a questa opera) da non curarne per
niente il giudicio, e di passar sopra a quell
odiosità, anco indebita, che pare che vi
sovrasti, spetìialmente tornando voi una vol-
ta in queste parti ; dalle quali ancorchè for-
siate ora lontanissimo col pensiero, do-

yete
loading ...