Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 11): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-11]

Seite: 148
DOI Seite: 10.11588/diglit.28089#0156
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd11/0156
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
148 L E T T E R E

aver presa qualche cognizione ed esperienza/
e che sopra tutto vi ama di tutto cuore »

Ho ricevuto e letto il libro del sig> Mau-
pertuis. Bisogna restar convinto deìBesat-
tezza delle sue osservazioni, e così confes-
sano meco tutti quelli, a’quali l’ho fatto
leggere, che non sono pochi. Ma per le-
varsi ogni scrupolo conviene attendere an-
co quelle del Perù . Se la figura della ter-
ra si cercasse per li principj meccanici e
a priori, tutti da gran tempo sono convin»
ti che ella sia newtoniana. Ma cercandosi
solo quello che mostrano le osservazioni $
quante più se ne combinano insieme, tan-
to ne sarà più sicuro e ben fondato il giu-
dicio . Nell’ipotesi newtoniana delle attra-
zioni potrebbe la terra per i’inegual densi-
tà delle sue parti esser di figura irregola-
re, e con ciò conciliarsi le osservazioni del-
la Francia con quelle della Lapponia ; oa-
de pami che convenga attendere anche
ua poco.

Vorrei darvi un incomodo : che vi por»
taste in mio nome dal signor Cassini, a
cui scrivo di ciò nel presente ordinario, o
pure, che è lo stesso, dai signor Maraldi,

CQa
loading ...