Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 11): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-11]

Seite: 163
DOI Seite: 10.11588/diglit.28089#0171
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd11/0171
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
I N E B I T E . l63

te veduta. Addio: state sano ; che così tut-
ti di casa desideriamo .

Y’aggiungo che la Bassi sarà ancora nel
medesimo tempo aggregata al collegio di fi-
iosofìa.

★ d5 * CZ5 * + dC ★ d: * dC + d? ★ d5 ★ dJ ★ d5 ★ d- *

IV.

Bologna 10. giugno iy3a.

Cjli è pur molto ch’io non v’hoscritto;
ma perchè vi pensate voi che così abbia
fatto? Forse perchè mi sia dimenticato dell’
ainor vostro, delle cortesie tante e infìni-
te, che ho da voi ricevute, e del merito
vostro? No certamente, ma perchè scriven-
do a mio fratello, che tanto vosco è stret-
to di buona e leale amicizia, ho inteso di
scrivere anche a voi, e così con un solo
disagio a due cose soddisfare, che egual-
mente mi premono ; dissi disagio, perchè
tale intendo essere lo scrivere in sè mede-
§imo,* cha per altro non s’ha miglior pia-

L a

cere
loading ...