Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 11): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-11]

Seite: 192
DOI Seite: 10.11588/diglit.28089#0200
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd11/0200
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
iga Lr E T T E st E

Eustachio mio figlio, ch’è tornato a Bolo-
gna co’signori Pepoli, ma per tornar fuori
seeo dopo alcuni giorni. Egli vi riverisce,
e vi si raccomanda grandemente. Appunto
terminato ch’io avrò di scrivervi, vogiio la-
vorare un poco nelia mia tragedia. Lune-
dì si pubblicò una raccoita nuziale per le
nozze deì Marescotti, e in essa v’ha un’eglo-
ga, se volete , da me fatta in compagnia
della Bassi. Se sapessi corae farvela avere
senza spesa di porto, il farei. Tutte que-
ste persone acquose vi si raccomandano, e
tra loro v’ha la sig. Nina, che ogni gior-
no cresce invivacità, e vibra raggi da ogm
parte. Io sono al solito, signor Francesco
mio carissimo ec.
loading ...