Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 11): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-11]

Seite: 211
DOI Seite: 10.11588/diglit.28089#0219
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd11/0219
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
21 1

I N E D I T E .

Ie acque gli Spagnuoli, che dormono e man-
giano, ove il facevamo noi. S’avyicina il
tempo, che il Gesuita suo fratello dee pre-
dicare in sanPetronio. Piicordatevi di quel,
ch’io dissi circa il fargli una raccoltina.
Anche di lontano saprete lodarlo . Io non
so dove questa lettera vi giugnerà, ma in
qualunque luogo eila vi dirà ch’io v’amo
sommarnente e stimo, e ch’io sono al so~
iito.

★ CC5 it C5 ~k C5 k o ★ C5 OJ ~k O? ★ CS ~k 05 05 ★ 05 * 05 ★

XIX.

Bologna 7. aprile 1

Se voi vi ricorderete, parlammo insieme
“Una volta di fare una raccoltina per il pa-
dre Manfredi predicatore in san Petronio;
ora voi vedete che il tempo è giunto di
farla. Noi siamo in otto o in dieci, che
la facciamo, e perchè forse voi avrete pia-
cere di essere nel nutnero di coloro, che
a Manfredi dimostrano taie beniyoglienza

O 3 ed
loading ...