Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 11): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-11]

Seite: 218
DOI Seite: 10.11588/diglit.28089#0226
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd11/0226
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
2i8

L E T T E R E

DEL CO N T E

algarotti

A L S I G N O R

GIAMPIETRO ZANOTTI
XXII.

Nenczia 16. giugno ij/fó.

\

E egli lecito venire ad intromettersi fra
dolci studj vostri con una lettera, che nul-
la sentendo la purità del Bembo vi parle-
rà solo d'afsari? Si tratta di cosa per cui
è necessaria molta desterità, e a maneggiar
la quale voi siete , caro il mio sig. Giam-
pietro , per conseguente idoneo , e si tratta
di cosa, la cui amministrazione fìa altrui
profìttevole, al che fare per conseguente
non dovea io soiegliere altri che voi .

Io vorrei che yoi presentiste la casa Zan^

chini
loading ...