Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 11): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-11]

Seite: 270
DOI Seite: 10.11588/diglit.28089#0278
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd11/0278
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
%JO L E T T £ R £

non tanto piace cotesto vostro stile orazia-5
no . Sapete quid hominum sint. Essi trova-
rono un equivoco in queH'altra ode vostra,
là dove dite : tì si sbarra di dietro la 'via
calcata, e disapprovaron quel verso . Era
da loro il ritrovar l’equivoco, raa non da
ìoro il disapprovarlo ; tuttavia sarà bene I’
astenersene. Jeri sera vidi Fabri, e così
brevemente il doraandai, perchè gli fusse
spiaciuto quel verso : o Bologna ove sei,
Busso e Vedrana. Egli mi disse, perchè
Russo e Yedrana sono luoghi assai piccoli
a rispetto di Bologna. Questa ragione mi
parve più. piccola che non sono essi. Ma
veniamo ad altro. Quanto mai vi ringrazio,
Algarottino mio, di ciò che mi scrivete del
signor Marchesi ! Io vi debbo tanto, quaii'
to non avrei raai creduto di poter dovere
a persona del mondo. Ye ne ringrazio e
ve ne arao sempre più. Madama , che quan»
tunque convalescente si sta anche in letto s
ini ha imposto di salutaryi a norae suo ea-
^araente.
loading ...