Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 11): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-11]

Seite: 276
DOI Seite: 10.11588/diglit.28089#0284
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd11/0284
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Ì4yS L E T T E R E

dere se io lio avuto piacere a vedere che
l’ode tua piaccia ad altri che ame, io che
le lodi tue desidererei più che le mie, se
l’amor nostro non facesse che le tue mi
paressero mie. Fabri però non l’haveduta
ancora. Se io non ti scrivo nè della elegia
tua nè de’componimenti miei, credi piut^
tosto che io vi penso a mio agio per ser-
virti meglio , e non mai che io non vi pen-
si in modo alcuno ; che non potrei non pen-
sare a ciò che so esserti a cuore . Come sa-
rai giunto a Yenezia, doverai aver ricevu-
to due altre mie, ed una ii signor Bono-
mo tuo fratello, a cui mi raccomanderai sen-
za fìne. Algarottino mio, io t’abbraccio e
ti bacio fin di gua . Amami tu come fai
Sta sano.
loading ...