Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 11): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-11]

Seite: 290
DOI Seite: 10.11588/diglit.28089#0298
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd11/0298
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
L' E T T E R £

2go

DEL CONTE

ALGAROTTI

A L MEDESIMO

XI.

Veixezia 12. luglio

C^uali grazie non debbo io renderti, ©
quale inHnito obbligo non ti hoio, di aver-
mi con Ia cara ed uraanissima e desidera-
tissima lettera tua fatte avere quelle elodi»
ci, non so se io dica perle gerame o teso-
ri, ma certo preziosissime e rarissime co-
se ? O benedetta terra, onde si chiaro in-
gegno al mondo nacque ! Ma che soavità,
che verità, che afsetti, che lumi poetici,
che immagini ! così che egli non mi pare in
niuna di queste cose inferiore al Bembo,
nel vezzo e nella grazia e in una certa di-
licatezza e vaghezza di pensare mi pare su«

Fe~
loading ...