Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 11): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-11]

Seite: 294
DOI Seite: 10.11588/diglit.28089#0302
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd11/0302
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
294 L E T T E R E

della Torella i Meratti tuttì ti si raccomaa-
dano. A madama i miei rispetti. A Fabrì
che tu dx esser costà teco? fa legger que-
ste due righe .

Fabrino mio,

I.j A moltiplicità delle cose che ho a far©
non mi lascia tempo di scriverti a lungOj
come io vorrei. Ma l’amor mio, e la pre-
rnura che io ho che tu sii certo clxe io t’
amo , e che ho ricevuto una umanissima
lettera tua con un leggiadrissimo tuo sonet-
to, opera e lavoro delle grazie, vuole che
io ti scriva così come io posso. lo ti rin-
grazio adunque e dell’txno e dell’altra; I©
quali cose io ho avuto care così, come non
ti spieghereì giammai abbastanza per lunga
lettera che io potessi scriyertì. Sta sano ed
amami corne fai.
loading ...