Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 11): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-11]

Seite: 341
DOI Seite: 10.11588/diglit.28089#0349
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd11/0349
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Inedite. 34t'

Garo ; pure sapete quanto quella traduzio-
ne si accosti al vero , non dico in tutti i
sentimenti particolari, ma nelle forme del
dire ; così che se Vergilio stesso perisse ,
egli si vederebbe nella traduzion sola che
egli è stato l’ottimo di tutti ipoeti; il che
se apparisce ne’primi sei libri, non appa-
risce men chiaramente negli ultimi ; ed io
porto fermissima opinione che Vergilio fos-
se mandato da Dio apposta, perchè e’fus-
se un gran poeta. Ma io comincio ad ac-
corgermi che la carta ini manca . Prima
dunque che ella rni manchi del tutto, di-
covi che il marchesino Marsili vorrebbe
da voi sapere quanto costi il Lexicon Geo-
graphicum con le annotazioni del Ferrari.
Scrivetelmi dunque , e state sano. Addio »
Algarottino mio . Addio .
loading ...