Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 11): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-11]

Seite: 344
DOI Seite: 10.11588/diglit.28089#0352
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd11/0352
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
544 L E' T/ T E R E

Coppia defigli tuoi, per cui la stanca ec,

Se queste mutazioni vi piaceranno , bene
sta ; a me non lascièrà di piacer somma-
mente il sonetto vostro, come quello che
è oltremodo grave, pieno, quanto si con-
viene, di affetto, in somma vostro, e che
come tale non ha potuto non piacere an-
che a madama, la qual sebbene nori con-
sente che alcuna cosa si stampi per queste
nozze, come io avea diyisato , e così nol
consente, che mi è convenuto promètter-
le di soprasedere dalla stampa di qualun-
que de’componiinenti, che io avea già nel-
lemani, essendo massimamente tale la vo-
lontà eziandio clel signor marchese di lei
consorte ; ella non ha lasciato però e di
gradire il sonetto vostro, e di volere che
voi ne siate per mezzo mio ringraziato ; il
che per quanto il faccia per conto suo,
non posso però tanto farlo che io nol fac-
cia anche più per mio, e non sia per far-
lo sempre che mi manderete così illustri
e belli e chiari pegni dell’ingegno vostro »
Oggi è qua venuto Sandrino al quale io ho
pur letto il vostro sonetto, prendendomì

tut-
loading ...