Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 11): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-11]

Seite: 367
DOI Seite: 10.11588/diglit.28089#0375
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd11/0375
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Inedite. 367

ne alcuna , voi altri che trovate il modo
<li lodar la febbre e simili altre cose . Si
vorrebbero anco guesti coinponimenti per
la fìne d’ottobre . Quanta carta bisogna spor-
care per tali coglionerie !

*o*c*o*o*c*o*o*o*o*o*o*o*

D I

FRANCESCO M.A ZANOTTI
XXV.

Belogna 2.Z. settembrc l’jZz.

La raccolta de’componimenti miei italia-
ni, e più l’angustia del tempo, a cui son.
ridotto , mi scuserà appo voi, se io sarò
breve. E già quanto mi rallegri del vostro
ritorno a Venezia e della vostra salute ri-
cuperata, non potrei tanto dirvi, Algarot-
tino mio, che non fosse sempre minor del
yero, e rispetto a guesto assai breve. Ma

Dio
loading ...