Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 11): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-11]

Seite: 386
DOI Seite: 10.11588/diglit.28089#0394
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd11/0394
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
686 L E T T E n E

sono trattate dail’ autore con molta pro-
fondità . Prima di venire a queste cose
egli parla di quell’ esperimento > dirò co-
sì , della sera , ch'egli fa in una maniera
quasi simile a quella_, che tenevam noi per
rimover la per altro ridicola difiicoltà del
Rizzetti della varia inclinazione . Parla al-
tresx dell’ esperimento primo del Newton
della carta di due colori guardata col pri-
sma . Tutte queste cose si potrebbero ar-
ricchire di poche note. Con tutto ciò mi
piacerebbe l’idea di ristampar questa disser-
tazione , se il Rizzetti mi avesse attaccato
ij primo, tanto più ch’ella parla in molti
luoghi del libro di lui e con molto disprez-
zo . Questo dico io ; perchè Io stamparla
così senz’altro parrebbe per avventura un’
ostilità troppo grande contro una persona^
che non rai ha offeso ancora in cosa alcu-
na, e che per altro per quanto potea con-
ghietturarsi da’discorsi ch’ella faceva quan-
do voi eravate in Venezia, pareva meno
^iscaldata contro di me di quello che ella
poteva essere per l’addietro. Noi non sta-
remo lungo tempo che ci vedremo, e po«
tremo allora parlar di ciò molto meglio ch©

noa
loading ...