Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 6
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0014
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0014
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
6 Letter.e

chiate corae vi piace; quantunque non co*
sì essi a me piacciano corae a voi, e possa
tornarvi a dire che val più un verso del vo-
stro Gentii ec. (1) che non tutta la risposta
raia ; nella quale se vi piace di rautare i
'verdi colli in verdi piani, fate voi ; io yo-
lea farlo , ma ho temuto che a queverdi
piani ognuno si fermi , non sapendo che
alcuna pianura sia consecrata alle muse; e
mi ricordo aver letto più volte chi iìnga
Ippocrene scendere per li colli di Pindo ;
chi abbia fatto menzione del medesimo cor-
rente per pianure non mi ricordo. Ma tor-
no a dire : fate voi. Circa i due versi vo«
stri :

Foco lanciò, che d'arse navi e antenne

Diede a’pesci marini esca inseconda ;

io pur vi dico quello che già vi dissi ; per-
chè oltrechè quell’nrje navi e antenne ha
un suono che non mi piace, non mi pia-
ce nè meno quelì'esca inseconda ; che quan-
tunque mi piacesse il dire che cadaveri fos-
sero esca di pesci, ciò non mi piace del-

Je

(i) Tomo I. pag. 163,
loading ...