Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 14
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0022
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0022
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
*4 L E T T E R É

sti dì fare un sonetto per questo benedet-»
to Pio, il quaie mi ha costato quello che
io non credea rnai che potesse costare un
sonetto. Ora eccovelo questo maladetto da
Dio :

Poichè fiammct digrave e civilguerra ec. (r)

Jo mi temo assai ch’ e’ non si vaglia quel
teinpo che io vi ho speso dietro . Sono sta-
to lungo tempo sospeso se nell’ultimo ver-
so del primo terzetto io dovea dire il trion-
sale alloro , o pure nell’altro modo che è
scritto. Trionfale era bella parola e molto
convenientesi all’alloro. Sospirato da altra
parte innalzava più il merito di colui, per
cagion di cui questo alloro si mieteva. Io
xni son fermato fìnalmente in questa ulti-
ma maniera . Se voi mi direte ii giudizio
vostro , cosa mi farete sopra modo gratis-
sima . Ora venendo ad altro , priegovi di
dirmi se voi questa quaresima verrete a
Venezia col fratel vostro. Se io lo deside-
ri, voi credo il vi sappiate, e se lo doveste
fare, voi il vi vedete rneglio di me. Io

ver-

(1) Tomo I. pag. i/\z.
loading ...