Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 54
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0062
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0062
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
54

L E T T E R E

DEL CONTE

ALGAROTTI

XLI.

Padova 2j. novembre xjZz.

lovi scrivo due righe così in fretta, in
fretta , come io posso , e non già com/io
vorrei ; che io non sarei giarnmai sazio di
starmi con voi in quel modo che posso ora *
che vale a dire per via di lettere ; e ciò
si avviene per questo , che essendo og-
gi stato trattenuto fuor di casa più di quel-
lo che mi bisognava, e quel ch’è peggio,
da un seccatore, l’ora è così tarda, che io
non posso scrivervi, che brevemente. Le
vostre lettere di questo ordinario io non le
ho ancora ricevute , ma dimani senz’altro
io mi spero di averle ; e non dubito ch’el-
le non sieno per recarmi la grata novelia
della deliberazion vostra, di yeniryi a star

con
loading ...