Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 62
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0070
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0070
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Ga Lettere

coa tutta la distinzione, non cede punto
al cannocchiale che abbiarao del Campa-
na , così lungo ; e per la facilità del raa-
neggiarlo è così comodo, che esso par fatto
non per astronomi avvezzi al vento e alle
brine , ma per una dama avvezza alle
piumé ed agli araori . In somraa vi dico ,
che quantunque esso mostri con qualche
confusione , egli però mostra la luna di-
stintissimamente , ed è un divino inven-
to . Algarottino mio, vogliatemi bene . Ad-
dio.
loading ...