Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 67
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0075
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0075
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
I N E D I T E • Gy

parleremo a lungo. E si ve ne torno a
pregare, così clie consoliate un amico vo-
stro, il qual niente altro più desidera, co-
me ve l' ho detto cento volte e non mi
sazierò rnai di dirvelo che di vedervi e
di starsi con voi. L' ora è tarda si che or
ora il corriere sta per partire . Salutatemi
gli amici tutti e madama . Addio.

k O k o k O k O * O k O k O k O k O k O ~k O k O k

D I

FR.ANCESCO M.A ZANOTTI

XLiy.

Bologna 16. decembre irj'5z>

L ordinario passato averete ricevuto ciò >
ehe restava delle mie poesie, che io yi man-'
dai, acciocchè intendeste che xo per amor
yostro avrei fatto ogni cosa . Per l’ istessa
ragione vi scriverò ora del vostro dolcissi-

E z mo
loading ...