Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 85
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0093
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0093
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Ìnedite. 8ù>

ìia del mondo, io 1’ ho però per così ya-
no , che io stirao meglio ii non usarlo per
modo alcuno , che l’ usarlo anche con quel-
lo , yerso cui forse non sarebbe vano del
tutto. Ma che vo io tessendo ciance so-
pra ciò , quasi che Algarottin mio non sa-
pesse che io 1’ amo e che gli voglio bene ?
Pregovi di volermene altrettanto. Addio .

★ O ~k O * O ★ O ★ O ★ O * O * O * O ★ O * O * O *

DEL CONTÈ

ALGAROTTX

XLVII.

Padova 2. gennajo 173

LE due mie lettere che aspettavate , e
intorno alle quali avete fatto così belle
conghietture, che ho molto piacere che
voi medesimo avrete conosciuto afsatto fìlo-
sofìche e vane, son certo che a quest'ora ie
F 3 ayret©
loading ...