Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 134
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0142
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0142
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
i34 Lettere

luoghi della yostra satira, che o per la beL
lezza loro mi hanno fermato più che gli
altri, o per alcun dubbio che mi han fat-
to nascere . Non vorrei però parervi quel
seccatore che vi nojò alla compera dei ca-
valii ; almeno pajavi ancora che io nol sa-
rei tanto, se non vi amassi moltissimo co-
ine fo. State sano, Algarottino mio caro,
e persuadetevi che più valore troverete in
molti che in me , arnor rnaggiore in niu-
no . Addio, Algarotùno mio, Addio.
loading ...