Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 151
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0159
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0159
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Inedite.

D E L M E D E S I M O
LXI.

sioma 10. febbrajo

10 son giunto in Roma jeri, dove ho ri~
cevuto una soavissima lettera vostra , la
quale mi ha recato così gran piacere , che
non ostante che io fossi attorniato da bel-
lissime fabbriche e da guglie, e da super-
bi di romana grandezza illustri avanzi quan-
do la ricevei, non potei far a meno di
non leggerla così avidamente , come avrei
fatto Ia lettera d’ una amante di due in,
cinque giorni subito dopo la dichiara-
zione. Yoi giudicherete agevolmente che

11 maggior piacere che ho avuto fìn ora ir*
Ptoma, si è stato quello di ricevere una
lettera vostra così umana e cortese e ca-
ra , come son tutte le cose che da voi ini
vengono ; e dal tempo che io sono in Ro-
ma giudicherete agevolmente , che non ho

K. 4 an"
loading ...