Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 165
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0173
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0173
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
I N E D I T E .

i65

DEL CONTE

ALGAROTTI

LXV.

Roma 6. marzo 1734»

X 0 ricevo questa mattina una lettera vo-
stra breve sì, ma che voi avete reso cosi
clolce e soave , che io credo poter stabili-
re che le dolcezze stieno nella inversa del-
le lunghezze delle vostre lettere . Yoi ve-
dete che o brevi, o lunghe che siano 1©
lettere vostre e’vi sono certi compensi, che
me le fanno sempre piacere infinitamente,
Vero è bensì che m’incresce di ricevern©
cleìle brevi, ogni volta che la causa della
brevità k>ro , come ora , bisogna ripeterla
da qualche incomodo vostro ; che ciò è ca-
pace di amareggiarmi qualunque dolcezza
che io per altro senta dalle lettere vastre.
Le novelle che io posso darvi di Roma so-

L 3 no,
loading ...