Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 172
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0180
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0180
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
iy3 L E T T E R E

tenente vostre lettere parte a me scritte -,
e parte a mio nipote e a mio fratelio , i
qitaii ve le rimancìano così, come io vi ri-
mando ie altre, cioè con protesta de refe-
ctione clamnì; che se non le rimanderete>
noi tutti vi condanneremo a scriverci per
tre anni due voite la'settimana . Trovere-
tevi ancora un invoitino diretto a jNTapoli
ali’ab. Martino, il qual contiene tre esern-
plari delle rime vostre, e che io vi prego
di spedire a Napoli quando che sia , così
che là ancora si vegga quanto voi vaglia-
te, e quanto vaglia la Lombardia nostra in
quel genere. Vi troverete eziandio due fo-
gliacci stampati e legati con un filo , che
così stanno in tutto queH’invoIto come sta
Pilato nel Creclo , voglio dire che non han-
no alcuna connession necessaria col restan*
te ; e questi darete a monsignor Leprotti.
Io non credea di potervi scrivere tante co-
se in cosi poco ternpo e in così poca car-
ta ; ma poichè nèl’uno mi manca, nè l'al-
tra , dirovvi ancora che martedì spedii al
vostro signor Bonomo un involto con en-
tro cento copie delle poesie vostre, e cen-
to delle mie , con un inyoltino per Mor-
loading ...