Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 177
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0185
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0185
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Inedite. 177

e a lui dirette . Io poi ho voluto seguirvi
in cotesto viaggio di Francia per quanto ho
potuto , ed avendo che scrivere al signor
de Mairan astronomo dottissimo di Parigi,
e al sig.^Cromuello Mortimer segretario del-
la reale Società di Londra , ho scritto Io-
ro ; e inandoyi le due lettere , acciocchè
l’una rechiate al primo come sarete a Pa-
rigi ; e 1’ altra la rechiate al secondo , s©
anderete a Londra, o gliele mandiate da
Parigi, che so che di quivi averete miglior
via, che non. averei io di qua . Algarotti-
xio mio dolce, queste due lettere quantun-
que contengano altri ofhzj, e sieno scritte
sopra altri argomenti, a me però sembre-
rà che abbiano fatto tutto , se venendovi
talor sotto l’occhio, faranno per lo viaggio
che vi ricordiate talvolta dime. Io non ho
lasciato in questa occasione di raccoman-
darvi al signor de Mairan, e pregarlo sin-
golarmente a faryi conoscere il sig. Fonte-
nelle e il sig. de Maupertuis , i quali mi
hanno qualche volta scritto, e so che san-
no ch’io sono al mondo . Yi ho pure rac-
comandato cosi breyemente al signor Mor-
timer, caso che andaste pure a Londra.
To: XII. M Per-
loading ...