Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 184
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0192
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0192
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
i84 L E T T E II E

to cla quella Francia clie corainciava ora-
mai a darne troppa gelosia . Quando sarà
ch’io legga vostri dialoghi? A qualunque
ora voi verrete, voi troverete la vostra stan->
za presso Francesco ; ma non già presso F
Angiola , che morì ha più d’ un anno . I
miei fratelli e nipoti et araici che tutti
sono vostri , vi risalutano e vi abbraccia-
no. Io il fo tanto piu, quanto raeno so es-
primerlo . Addio , Algarottino mio . Acldio ,
Addio .

*C*C*0*C*C*C*0*0*C*0*C'k O*

L X X11.

Bologna zj. novembre 17^7.

ILbbi jerila vostra gentil lettera , e questa
mattina i vostri leggiadri versi, da’quali e
dai sig. Manfredi ho inteso la burla , che
voi volete fare al Fontenelle 5 se già non
volete più tosto faiia a madaraa di Chate-
let, la qual forse aspettava non altro che
la decadenza del Fontenelle, per succede*

rs
loading ...