Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 203
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0211
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0211
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Inedite. 20 3

due ne sono quasi del tntto all'ordine, nè
si tarderà molto di conse£snarli allo stara-

D

patore. Hanno creduto bene di raetterve-
ne alcuna delle mie ; e già ue hanno al-
quante. Ora se delle molte mie che vi ho
scritto, alcuna ne avete creduto degna d?
esser tenuta , se nou vi è grave il raccor-
le e farne un fascetto , se non vi sdegna-
te che alcuna di loro si dia fuori, se po<-
te farlo cotr vostro comodo ; vi prego quan-
to so e posso a mandarmele per qualche
sicura occasione, acciocchè si stampino quel-
le che parran buone, se alcuna ne parrà.
lo sceglierò tra loro, e deile scelte da me
giudicheranno altri ; percitè Tessere scritte
a voi e il contenere certe rimembranze d’
un’amicizia che tanto mi piacque , me le
farà esser care ,• e questo me le potrebbe
far parere ancor belle . Gli altri che me-
no vi amano , ne giudicheran meglio . Io
direi di rimandarvele come saranno rico-
piate, se credessi che valesser tanto . Ma
se voi me lo ordinerete , crederò che il
vagliano, e ve le rimanderò . Potrebbe av-
yenire che in ricercando le mie, vi venis-
sero alle raani altre lettere o diManfredi,

o di
loading ...