Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 206
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0214
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0214
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
2o6 L E T T £ R E

rei pur con piacere . Ma se voi siete iia
Venezia, scriyeterai di voi stesso qualche
cosa, accioccliè io non abbia a saper di voi
dal Pallavicini solo ; nè si ricerchi l’opera
d’un Gesuita e il comando di unRe, per-
chè io abbia di voinoyella. Statesano, Al-
garottino mio , et amatemi .

*O* O * O★ CH5*O JsO+O*o*o*o*o*o*

LXXX.

Bologna 20. agosto iy44-

. N

Ho un poco riso del vostro sdegno; ma
sappiate che anche senza trattenermi le al-
tre lettere uscite sopra il Caro, io vi avrei
servito scrivendovi , come volete , il mio
giudizio sopra le prime , con questa difse-
renza però che l’avrei fatto più tardi e
men male ; ora per lo desiderio , che ho
delle restanti lettere , il farò più presto e
peggio . Senza che cotesto vostro sdegno ,
il qual mi fa fretta , tni leva pure di una
gran pena, permettendomi di accennarvi sol

tanto
loading ...